Harry Potter e la pietra filosofale – Recensione

Harry Potter e la pietra filosofale – Recensione

Ciao a tutti folletti! Ecco qui l’ultima recensione dei libri letti a febbraio… “Harry Potter e la pietra filosofale” e come dico io, non è mai tardi per leggere un libro della Rowling! Era da tanto che volevo cimentarmi in questa lettura e finalmente ho comprato il libro!


harry-potter-e-la-pietra-filosofale-125604Titolo: Harry Potter e la pietra filosofale
Autrice: J. K. Rowling
Casa editrice: Salani
Libro cartaceo: 8.50€
Ebook kindle: 8.99€
N pagine: 300
Serie: 1 volume
Genere: Fantasy

TRAMA

Harry Potter è un ragazzo normale, o quantomeno è convinto di esserlo, anche se a volte provoca strani fenomeni, come farsi ricrescere i capelli inesorabilmente tagliati dai perfidi zii. Vive con loro al numero 4 di Privet Drive: una strada di periferia come tante, dove non succede mai nulla fuori dall’ordinario. Finché un giorno, poco prima del suo undicesimo compleanno, riceve una misteriosa lettera che gli rivela la sua vera natura: Harry è un mago e la Scuola di Magia e Stregoneria di Hogwarts è pronta ad accoglierlo…

RECENSIONE

La storia inizia quando un vecchio signore barbuto di nome Albus Silente lascia un piccolo fagotto davanti alla porta di una casa in Privet Drive. Avvolto nelle coperte c’è un piccolo bambino chiamato Harry Potter con uno strano segno in fronte. E’ costretto a vivere un’infanzia infelice, piena di cattiverie e nel sottoscala, insieme agli zii Dursley perché i genitori sono morti a causa di un presunto incidente d’auto. Poi riuscirà a scoprire invece che il segno che porta in fronte è la cicatrice di uno scontro vinto con il mago più potente.
Harry sa di avere qualche potere solo la notte del suo undicesimo compleanno perché viene a “bussare” alla porta dei Dursley un uomo alto e grande di nome Hagrid che gli spiegherà tante cose, per esempio della sua cicatrice. E’ venuto a prenderlo per portarlo in una scuola speciale, Hogworts, in cui solo alcuni ragazzi possono partecipare… coloro che hanno dei poteri magici. Ecco perché spesso succedevano cose strane come quella volta al rettilario.
Così parte per la sua nuova avventura proprio dal binario 9 e 3/4. Qui conosce i suoi futuri migliori amici Ron Weasley e Ermione Granger, in più si ritroveranno anche nella stessa Casa: i Grifondoro.
Qui impareranno ad usare i loro poteri e vivranno tante avventure sempre insieme. Anche in questo libro hanno una missione da svolgere… Pensano che Severus Piton il professore di pozioni voglia rubare la pietra filosofale che si trova proprio nel castello di Hogworts. Questa pietra ha il potere di trasformare tutti i metalli in oro e produrre elisir di lunga vita e quindi devono impedirglielo. Inoltre scoprono che il potente mago TU SAI CHI o Voldemort non è morto come tutti pensavano ma è uno spirito e grazie a questa pietra potrebbe tornare in vita!
Fino a pochi giorni fa avevo solo visto tutti i film e finalmente ho deciso di leggere almeno il primo libro… Già il film è molto bello e quindi pensavo: come farà la Rowling a rendere più interessante il libro rispetto al film? Ma ci è riuscita pienamente e il risultato è ottimo! Con questo romanzo scrive della brutta adolescenza di un ragazzino, perché viene trattato male dagli unici famigliari rimasti, ma trova dei tesori negli amici che si trova accanto.
E’ vero che è un libro per ragazzi ma la storia del maghetto è sempre bella anche se si è ormai grandi, quindi ve la consiglio molto volentieri per chi ancora non avesse letto il libro!

5stars

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...